PLENILUNIO IN SAGITTARIO, 5 giugno 2020: IL NUOVO MONDO

PLENILUNIO IN SAGITTARIO, 5 giugno 2020: IL NUOVO MONDO

Avremo il picco esatto di Luna Piena nella serata del 5 giugno 2020 alle ore 21.12 italiane nel segno del Sagittario a 15.33°.

Sarà un Plenilunio con Eclissi Penombrale di luna, in Italia visibile dalle 19:00 circa, ovvero quando la Luna inizierà a sorgere. Sarà anche quello il momento clou, quando l’eclissi parziale penombrale di Luna raggiungerà il massimo del suo oscuramento all’interno del cono di penombra. Nel dettaglio la Luna entrerà nella penombra alle ore 17:45. La centralità dell’eclissi sarà alle ore 19:26. La Luna uscirà dalla penombra alle 21:04.  l’evento non sarà spettacolare come un’eclissi totale di Luna, quel che invece vedremo sarà una particolare colorazione più scura del normale del nostro satellite naturale.

Eccoci quindi in un Plenlinio che apre un mese di giugno molto complesso e sicuramente di non facile attraversamento come transiti. I confini si sono rotti, gli argini rigidi sono divenuti ora invisibili e spalancati, lo spazio si è aperto di fronte a noi illimitato e allo stesso tempo diverso nel renderci responsabili delle nuove libertà acquisite e nella mutevolezza del vento di giugno. E’ tornato a farsi pazzerello, con temporali e schiarite repentine, come avesse voluto farci vivere un marzo saltato, quello immobile e dilatato che abbiamo lasciato indietro nel tempo. 

Luna piena in Sagittario ci chiede di trovare una nuova direzione e giunge al suo apice dal ciclo iniziato il 22 maggio 2020 con la Luna Nuova in Gemelli. Un ciclo lunare che si muove tra aspetti dinamici di Quadratura e Opposizione con gli altri due segni Mobili – Marte e Nettuno nei Pesci e Sole e Venere in Gemelli. In questa doppia Quadratura  – molto precisa tra Luna, Marte e Sole – ci sentiamo forse confusi e indecisi, cerchiamo di divincolarci scalpitanti e un po’ ribelli, dopo un lungo sacrificio forzato (o liberatorio), tra paura e contrapposizione all’autorità, ci stiamo spingendo oltre ciò che la mente razionale sembra ancora frenare. Siamo tutti diversi e frammentati nelle reazioni individuali e questo crea guerriglia interiore, rabbia, ostinazione per chi non capisce. Come una piccola Torre di Babele, adesso ognuno ha la sua lingua e una sua visione che per forza di cose inceppa in quella degli altri. Chi è straniero adesso? Stiamo solcando percorsi nel mondo in ridefinizione e non troviamo tracciati già percorsi.

Abbiamo paura o voglia di spingerci lontano oltre i nostri confini conosciuti? Mentali, fisici e rispetto alle nostre credenze di pensiero?

Siamo davvero in grado di vivere il simbolo Sagittario come ricercatore di mondi possibili, senza rischiare di trasformarci nella sua esatta ombra opposta – il predicatore di verità, il missionario, l’invasato – ?

Desideriamo ancora ciò che volevamo prima o stiamo rimodulando anche in noi stessi le prospettive dei desideri e piani a medio/lungo termine?

Dimentichiamo per un attimo il tema Covid che ci ha accompagnato e che ancora ci accompagna (un momento di rimozione collettiva liberatoria non so quanto positivo), e pensiamo a quali sono le nostre sensazioni immediate post “detenzione”. Vi lascio delle parole in libertà evocativa da far vibrare in questo picco di Luna: 

NOSTALGIA          IMPETO                INIZIATIVA             VIAGGIO 

AMAREZZA                 DESIDERIO                     SPINTA            SCOPERTA         

APERTURA                         CONFUSIONE                  INERZIA                    

IMPAZIENZA                       FRETTA                         MONDO      

Proviamo a vedere per la nostra vita se ci sono delle parole che hanno bisogno di sbocciare e di essere liberate. Questo Plenilunio racchiude pur nella sua mobilità e instabilità dinamica e tendente all’apertura, una tensione sottostante. Poco visibile a livello cosciente, connotata anche dall’Eclissi, impalpabile sotto la normalità che ci riapprestiamo a vivere. Marte congiunto a Nettuno nei Pesci (aspetto esatto 12/13 giugno) ci sta facendo muovere in uno strano crinale, quello un po’ dilatato e sospeso delle scelte rimandate e dell’essere trasportati verso un desiderio di fuga dalla realtà, distrazione ed evasione ma anche nell’avere forse meno forze di prima – fisiche e psicologiche. Forze di lottare, forze di reagire, forze per agire. L’Ego e la sua tenacia sembra indebolito, ridimensionato, vincibile, umano… arrabbiato o forse solo più arreso, disilluso e moralmente instabile.

L’impazienza, l’inquietudine e il desiderio di rinascita è molto forte in ognuno di noi, ma è un momento delicato in cui testare bene le nostre forze per non fare indigestione contraria, rispetto al periodo “ristretto” appena passato. Per questo ci sia instabilità e indecisione sottostante, la trasformazione che è in atto è molto più profonda di ciò che manifestiamo coscientemente e ci chiede di valutare con calma senza fretta. La tematica del “come vivremo” sta agendo a livello macroscopico non solo in questo ciclo di Luna, ma in tutti questi anni di passaggio dal 2018 a 2020 con Saturno in Capricorno – crollo e ristrutturazione del vecchio Status quo – e l’imminente ingresso di Saturno in Acquario dal 2020 al 2023 – rinnovamento e ricalibratura del nuovo status economico e sociale – La nostra coscienza di adesso si sta dilatando ed è pronta per una profonda trasformazione di valori, ma dobbiamo essere pronti ad aprirci: aprire la visione in un piano meno individuale ed egoico. 

Marte sta attraversando l’ultimo segno dello Zodiaco – Pesci – per poi approdare in Ariete dal 28 giugno 2020 fino al 6 gennaio 2021 – in cui si manifesterà pienamente in tutti i suoi lati ombra e luce, potenziato dal segno del suo Domicilio primario.

Capite perché è così importante questo ultimo periodo di gestazione prima dell’azione?

Perché ci è richiesto di ascoltare tutto ciò che non è risolto, sintonizzarci sulle nostre emozioni, sulla verità interiore, al fine di evitare esplosioni di rabbia distruttiva nei prossimi mesi a venire. Soprattutto quando Marte in Ariete farà il suo moto retrogrado – dal 10 settembre 2020 al 14 novembre 2020 –

Ora dovremo guardare tutto da un piano più vasto, almeno provarci e uscire da quella restrizione che sono i nostri bisogni dell’immediato, le vacanze, le bollette e il dopo domani, provando a valutare un piano a lungo termine. I bambini del futuro cammineranno sulle basi che stiamo percorrendo adesso come umanità e come valori da riformulare. Stiamo creando il nuovo mondo che ci aspetta. Per ora il territorio su cui ci stiamo muovendo è quello della paura, e abbiamo bisogno di salire di vibrazione per immergerci nella possibilità di riaprici a ciò che è naturale e vitale per crescere come Anima: il contatto con gli altri esseri senza temerli.

Tutti questi pianeti in Elementi Aria, Fuoco e Acqua (a parte Giove e Plutone nel Capricorno), hanno si il compito di alleggerirci dopo mesi di grande pesantezza, ma anche c’è il rischio che possiamo esagerare nella ricerca di fuga e libertà non rispettando noi stessi e la nostra convalescenza interiore che ha altri tempi. 

E’ tempo di pulizia, e per fare spazio iniziamo a non “ingoiare” più laddove non possiamo più appredere. Giove governatore del Sagittario, è in congiunzione a Plutone in Capricorno e si sta avvicinando soprattutto da metà giugno in poi alla sua seconda congiunzione esatta in Capricorno a 24°, portandoci a contattare la realtà e la responsabilità e una nuova base concreta di fiducia, ma anche a cercare l’essenziale. Il superfluo, le menzogne che non ci fanno crescere, dovranno essere ripulite. Non abbiamo più spazio.

Non c’è più spazio per contenere. 

Non c’è spazio per nuove informazioni.

Non c’è più spazio per nuove regole.

Non c’è più spazio per nuove paure. 

Forse stiamo raggiungendo a tratti lo stadio del Nirvana, oppure anche quello della deriva. Alcuni sono migliorati dopo questa esperienza, si sono davvero ritrovati nella loro vera essenza, altri hanno peggiorato e cronicizzato lati dolenti del loro carattere. Illuminazione e deriva, sono due condizioni non così distanti, la dissoluzione dell’Ego – simbolo Pesci dove troviamo Nettuno e Marte – può portare l’evoluzione attraverso la caduta o la massima espansione del Sè, e noi come umanità adesso siamo proprio dentro questo crinale. Stiamo percorrendo la via dalle liberazione, del viaggio e delle nuove libertà – Luna in Sagittario – e allo stesso tempo la mente analitica cerca nuovi appigli per definire e dare spiegazioni razionali e scientifiche a ciò che è accaduto e sta accadendo – Sole e Venere retrograda in Gemelli – e a livello sottile ci sentiamo diversi, più stanchi e allo stesso tempo con la volontà confusa – Marte congiunto a Nettuno in Pesci. 

Questi tre segni mobili – Gemelli, Sagittario e Pesci – in rapporto contrastante tra di loro nel Plenilunio chiedono l’integrazione e non la divisione, se non riusciremo ad averla per quanto concerne il fuori di noi, dovremo provare ora a rimettere al centro le nostre priorità di vita ridefinendoci in una nuova prospettiva esistenziale. Riunire anche dentro di noi cuore, istinto e mente razionale in un’unica direzione integra.

Mercurio è entrato nel segno del Cancro il 29 maggio 2020 e starà nel segno fino al 5 agosto (moto retrogrado dal 18 giugno al 12 luglio 2020), e ci sarà ancora una volta la possibilità di contattare con più profondità le nostre emozioni e i nostri bisogni più intimi. Forse c’è davvero bisogno di riprendere forza dalle radici prima di tutto. E il Cancro insieme a Nettuno e Marte in Pesci, sembrano mostrarci la via del femminile saggio e nutriente, nell’aiutarci a contattare la ricchezza degli scambi autentici, dell’affettività, ma soprattutto il valore emotivo che noi diamo a ciò che amiamo veramente. Cosa vogliamo si mantenga nel tempo del mutamento. Cosa vorremmo non si sgretolasse perché importante. Quali legami e quale “famiglia” mi fa sentire davvero a casa, ora che mi si chiede di uscire. Sia famiglia del passato, o una famiglia d’Anima non biologica e di sangue, trovare la nostra appartenenza senza temere di chiedere aiuto e sostegno. 

Siamo tutti più vulnerabili adesso, come se ci fossimo scoperti, non rimettiamo subito la pelle spessa a dividerci, non scappiamo subito nella distrazione della festa del mondo, ma immaginiamo che mondo vogliamo creare. Tanti piccoli noi che sanno vedere purezza creeranno bellezza e energie intessute a rialzare la vibrazione bassa stiamo attraversando in questi anni di mutamento e ricalibrazione.

Buon Plenilunio a tutti voi,

Anna Elisa Albanese

Plenilunio in Sagittario calcolato il 5 giugno 2020 alle ore 21.12 italiane – Milano.

Luna in Sagittario opposta a Sole e Venere in Gemelli, entrambi in quadratura a Marte e Nettuno in Pesci. Sole e Luna governano la Casa IX – mondi possibili da ricreare – e Venere governa la Casa X – che mondo vorremmo vedere – e la Casa V – stiamo creando noi il nuovo centro da cui ripartire con una nuova identità.

Mercurio in Cancro trigono in sestile a Urano in Toro.

Plutone e Giove in Capricorno prossimi alla congiunzione esatta stanno portando a trasformazioni le basi da cui ripartire – Giove governa la Casa I e Plutone la Casa XI – nuovi individui per un progetto collettivo.

Anna Elisa

Nuovi CORSI DI ASTROLOGIA UMANISTICA CALENDARIO 2020/21

logo-facebook--blog-alhi-18

Segui la Pagina Facebook: CLICCA QUI Sentiero Astrologico  

Consulti personalizzati sul tuo Tema Natale : CLICCA QUI Consulti individuali 

No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.