NOVILUNIO IN CAPRICORNO, 6 gennaio 2019: LA MANIFESTAZIONE DELL’ANIMA

NOVILUNIO IN CAPRICORNO, 6 gennaio 2019: LA MANIFESTAZIONE DELL’ANIMA

 

 

Questo Novilunio giunge nella magica notte dell’Epifania del 6 gennaio alle ore 2.30 italiane nel Segno del Capricorno a 15.25°. Indipendentemente dal credo religioso cui apparteniamo, saremo immersi in una vibrazione energetica che ci parla di manifestazione, apparizione, celebrazione – dal greco epiphàneiaepì dall’alto e phànein apparire, manifestazioni della divinità – qualcosa che si rende visibile alla coscienza. In questa notte così esposta alle intuizioni e ai messaggi dall’oltre noi, potremo affinare le nostre percezioni attraverso il potere lunare, ricettivo e notturno, emotivo e impalpabile, poco descrivibile con la razionalità, e porre attenzione alle zone della nostra vita che richiedono intuito, ispirazione e risposte a cui la ragione sola non basta.  Risposta o chiarificazione d’intento che potrà essere illuminata maggiormente con la Luna Piena in Leone del 21 gennaio 2019, ma che ora può aprire il varco alla domanda.

Notte di Luna Nuova o Luna Nera è il momento propizio al raccoglimento interiore per accogliere in noi quei misteri e le emozioni che non è necessario svelare, o spiegare, ma conservare nell’intimo come segreti sacri o diamanti grezzi che devono ancora prendere la loro forma. Abbiamo un cielo a dir poco magico con uno Stellium in Capricorno per questa prima Luna Nuova del 2019: Saturno, Sole, Luna e Plutone saranno tra gli 11° (a partire da Saturno), e i 20° (arrivando a Plutone), tutti situati in Casa III opposti al Nodo Lunare Nord in Cancro in Casa IX. Mercurio in Capricorno a 1° sarà in quadratura con Marte in Ariete a 3°.

Alcune delle parole da far risuonare in questa Luna, potrebbero essere: conservare, contenere, custodire, portare con sé, mantenere nel tempo, perdurare, sostenere, porre le basi, realizzare, condurre, avanzare, determinare, crescere, disciplinare, discriminare, osservare con lentezza e distacco. Osserviamo i campi della nostra vita dove potremo inserire una o più di queste parole per farle germogliare fino alla Luna piena.

Se questo Novilunio è l’energia madre, matrice primaria dell’inizio del ciclo lunare, è anche generatrice dell’inizio del nostro 2019 nella nostra personale e intima Epifania interiore, possiamo iniziare a visualizzare l’intento di essere noi i primi portatori di luce e dolcezza nella nostra vita. Questa grande densità di energia Capricorno in questo inizio di anno, Sole e Luna congiunti nel Novilunio sono la manifestazione archetipica della Madre e del Padre – i nostri primi pilastri di sostegno che ci hanno condotto (come hanno potuto), da quando siamo nati fino all’autonomia dello stadio di adulti. Madre (Luna – Anima) è colei che nutre, accoglie, è casa e focolare, Padre (Sole – Animus), è colui che ci apre le porte del mondo, ci dà la direzione e meta  – uniti per condurci a crescere nella realizzazione dei nostri talenti. Comunque sia andata, ora è importante riconoscere in noi, i genitori interni che portano avanti o sabotano i nostri progetti, non abbiamo più scuse, il Capricorno ci richiama alla responsabilità matura per le nostre vite.

Sole e Luna si uniscono sposando le loro reciproche differenze e creando l’Uno – polo passivo e attivo – collaborando senza ostacolarsi per arrivare alla completezza dell’Individuazione. Il cielo ci mostra in ogni Novilunio la nuova possibilità di riunire le polarità interiori laddove ci sentiamo scissi; diventiamo individui completi quando possiamo integrare (accettare, ascoltare, vedere), le nostre contraddizioni interiori, senza essere più scissi nel conflitto – un compito che non richiede una vita sola.

Il Capricorno, segno Cardinale, Elemento Terra, nella sua realizzazione più alta, dovrebbe raggiungere uno stato di vera adultità, avendo appreso una sana autorevolezza con se stesso (che non è autorità), uno stato che ha a che fare con il sapersi disciplinare e il sapersi dare dei confini saggi lottando tra i propri impulsi istintuali regressivi (bisogni Lunari di appartenenza e legame con il passato) e la spinta naturale verso l’indipendenza e l’autonomia (bisogni Solari e ricerca di espressione della propria singolarità nel mondo).

Questo è uno stadio in continuo divenire per tutti noi, non solo per chi ha molti simboli Capricornini nel suo oroscopo. Per il Capricorno è un’urgenza prioritaria, crescere senza irrigidirsi, facendo i conti con una spesso prematura perdita di istintualità e ingenuità infantile, trovando la propria autonomia realizzattiva e posizione nel mondo. E’ necessario riformare dentro di noi i ruoli nuovi di padre e madre, molto visibili all’interno del nostro oroscopo, nelle loro difficoltà e potenzialità con la posizione della Luna e del Sole, che mostrano sia l’immagine interiorizzata dei genitori che abbiamo avuto, sia la potenzialità di trasformazione dei nostri genitori interni che dobbiamo vestire noi stessi. Ruoli e modelli interni alla nostra psiche atti a portare il nostro piccolo bambino interiore a crescere, alternando la sana frustrazione con il  senso reale del limite per non perpetuare il desiderio d’onnipotenza infantile e uscire dall’egoismo primario, e la sana ricompensa per gli sforzi e i risultati raggiunti. Chi ha bambini piccoli sa bene di cosa parlo, perché ha più chiaro, quanto sia difficile dare il limite e il “No” al proprio figlio quando chiede, senza mortificarlo eccessivamente, ma essendo sostegno saldo per la sua crescita. Questa è la modalità sana di integrare l’archetipo di Saturno: la costruzione dei nostri desideri con le nostre forze e il giusto senso della misura delle nostra potenzialità.

Saturno governatore del Capricorno, si trova nel segno fino al 2020 ed essendo ora il pioniere e maestro del primo Novilunio dell’anno, ci indica il cammino da seguire: la maestria verso quelle parti di noi rimaste piccine, da far crescere con dolcezza e pazienza, portando nella materia della nostra vita qui e ora, l’affinamento delle nostre capacità e possibilità.

La Luna nel Capricorno è in un posizione detta di “esilio” e ci mostra una difficoltà nel vivere pienamente le caratteristiche lunari, è una “luna raffreddata” che può aiutarci a maggior lucidità nelle nostre emozioni, e metterci in ascolto di quelle parti di noi che sono rigide o bloccate, dove mettiamo troppa ragione, alibi e giustificazioni, invece di ascoltare semplicemente cosa proviamo.

Ascoltiamo dove abbiamo paura di sentire.

E’ una luna che dovrà essere accompagnata nel suo percorso alla ricerca del “cosa prova e di che cosa ha bisogno veramente”, cosa non semplice perché il Capricorno non è abituato a contattare la sua vulnerabilità e i capricci emozionali, che ha dovuto subito “ingoiare” quando era bambino (ingoiare come il mito di Saturno – Cronos che ingoiava i propri figli). Il mondo delle emozioni fuori controllo è qualcosa che teme enormemente, un terrore irrazionale di aprire il rubinetto al pianto e non riuscire a fermarsi più, per questo dovrà passare da una rieducazione sentimentale, per riacquisire dignità del proprio diritto a sentire. Autorizzarsi a chiedere e non avere più paura di quelle emozioni, per tornare ad “amministrarle”, parola tipica Capricorno che ama l’organizzazione. Dovrà sentirle e farsi attraversare da esse, dargli spazio, respiro, voce. Qualunque esse siano.

 


La Luna in Capricorno, è un invito a farci andare oltre tutte le apparenze; spesso siamo abituati a riconoscere in chi piange e si dispera uno stato di dolore e malessere e invece in chi rimane più freddo, altero e inattaccabile, una forza o stabilità maggiore e assenza di sofferenza, invece non è sempre del tutto vero. Il dolore inespresso, sordo, senza lacrime che calcifica, è molto più pericoloso e duraturo del dolore che si scioglie in lacrime. Affiniamo lo sguardo del cuore. Cerchiamo la vera manifestazione della verità nascosta oltre lo scudo che questi pianeti in Capricorno celano. 

La terra d’inverno è coperta di neve, una terra silenziosa quella dei primi giorni dell’anno in cui abbiamo dentro il bagliore del nuovo anno che verrà, la luce si farà sempre più ampia nelle giornate e lentamente ciò che era sotto la terra, potrà svilupparsi anche all’esterno e sarà visibile. La terra conserva dentro di sé con il suo calore ciò che dev’essere protetto, è calda al suo interno, e ha una scorza dura all’esterno per proteggere e conservare – una rosa ora morirebbe dal freddo e così le nostre fragilità sono state protette da Saturno quando eravamo piccoli.

Saturno, pianeta tanto temuto e bistrattato, è in verità colui che copre con uno scudo protettivo i nostri bisogni rimasti inascoltati allora, le nostre richieste di sostegno, cura, protezione, vengono sorrette e sostenute da un provvisorio “gesso Saturnino”, proprio come il gesso che mettiamo ai nostri arti per far guarire l’osso. 
Ognuno ha un Saturno nel proprio Tema Natale che ha agito in questo modo, da struttura portante per la personalità in crescita e formazione, ponendo una barriera al proprio sentire forse troppo doloroso, permettendoci di crescere.

Saturno è la nostra prima ossatura – struttura – corteccia, in sostegno alla personalità in divenire.

E proprio come quando abbiamo un dolore che non vogliamo sentire e nelle favole spesso la terra si copre di ghiaccio, o la principessa si addormenta per un lungo sonno, prima di essere risvegliata intatta quando sarà pronta a divenire regina del suo regno. Ogni transito di Saturno nel nostro tema, prova a svegliarci e togliere il gesso per farci camminare liberi e portare alla luce ciò che è rimasto bloccato, congelato nella nostra psiche. Se dimentichiamo di togliere il gesso quando siamo cresciuti, finiremo per sentirci imprigionati e irrigiditi da qualcosa che ci ha protetto un tempo e ora ci isola e stringe.

Il compito di questo Novilunio del 6 gennaio e della permanenza di Saturno in Capricorno fino al 2020, è quello di ricordarci che possiamo togliere l’armatura e permettere alla creatura morbida e vulnerabile che si nasconde all’interno, di uscire e farsi baciare dalla luce del sole, o bagnarsi dalla pioggia, cadere, piangere, rialzarsi, urlare, senza per questo spezzarsi. Citerò sempre questa scena da un film, che ho già scritto in altri articoli, ma è per me una bellissima metafora di Saturno maturo. Le nostre paure saranno le stesse ogni volta, nel luogo dove abbiamo le nostre antiche ferite avremo ancora paura di sgretolarci, spezzarci, soffrire, ma ora non siamo più bambini e potremo essere noi quel padre e quella madre che sostengono il nostro Animo e lo proteggono. Nel “Il Meraviglioso Mondo di Amelie”, un saggio anziano Saturno, sprona la ragazza ad aprirsi alla vita, a non isolarsi e chiudersi nelle sue paure, rischiando di divenire secca e arida – ombra di Saturno indurito – . Questo è il link solo della scena, e se non avete mai visto il film intero vedetevelo per questo Novilunio: https://www.youtube.com/watch?v=r1Z1pH5aWIg

 

Mercurio in Capricorno sarà in aspetto di quadratura a Marte in Ariete, e durerà almeno una settimana buona, portandoci irrequietezza nelle parole e nei contatti con gli altri, un connubio interessante tra il trattenere (Capricorno) e il reagire d’impulso (Ariete). L’importante ora è porsi in ascolto al centro al cuore, Nodo Lunare In Cancro in Casa IX, cosa provo? Sto dicendo questo con chiarezza, o ho paura di esprimermi?

Lo Stellium in Capricorno in Casa III, con la congiunzione di Plutone, che è governatore dell’Ascendente Scorpione nel tema di Luna Nuova, ci pone di fronte alla necessità di chiarezza di espressione comunicativa, che sarà possibile solo se siamo onesti con noi stessi e avremo il coraggio di andare oltre la barriera di paura che ci ha protetto, isolato e conservato interi fino ad ora, per poter infine giungere a un’Epifania della nostra Anima e permetterle di tornare a essere ciò che è sempre stata.

 

Buon Novilunio a tutti voi,

Anna Elisa Albanese 

 

ANTEPRIMA ESTATE 2019: Vacanza Astrologica a Ischia! CLicca qui!

    

Segui la Pagina Facebook Sentiero Astrologico   

logo-facebook--blog-alhi-18

Consulti personalizzati sul tuo Tema Natale Consulti individuali 

3 Comments

Post A Comment

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.