LUNA PIENA IN CAPRICORNO, 24 giugno 2021

LUNA PIENA IN CAPRICORNO, 24 giugno 2021

Avremo la Luna Piena nella sera del 24 giugno 2021 alle ore 20.40 italiane. Siamo ancora immersi nella luce del Solstizio d’Estate e nelle energie dense, intense e anche faticose messe in moto in questo periodo dell’anno: essere costantemente illuminati richiede la responsabilità nel vedere, anche cose non sempre piacevoli e questa Luna coriacea, di necessaria introspezione, ci racconta molto bene il passaggio che stiamo attraversando.

La Luna piena ci invita a sentire e a dilatare le nostre percezioni sottili legate ai sogni, alle intuizioni, agli stadi di apparente disattenzione, alla malinconia creativa, come quella con cui sono in contatto normalmente i poeti e gli artisti.“Nati sotto Saturno”, è un saggio che lessi tanti anni fa quando studiavo all’Accademia di Belle Arti, libro consigliato da un mio amatissimo professore di Arte, non a caso del segno del Cancro, e mi viene in mente ora in collegamento a questo Plenilunio. Viene associato il simbolo di Saturno agli artisti (anche se il pianeta è solo un pretesto e il libro poi si apre a una stupenda ricostruzione del ruolo dell’artista nella società dall’antichità, fino all’età moderna), e a coloro che hanno attraversato le varie epoche sapendo ritrarre e sentire ciò che aleggiava nell’aria, come ritratto della società e dell’uomo del tempo, e tramutandolo in linguaggio condiviso, quale il linguaggio dell’arte s’incarica…“Saturno è il pianeta dei malinconici, e i filosofi del Rinascimento scoprirono che gli artisti emancipati del loro tempo mostravano le caratteristiche del temperamento saturnino: erano contemplativi, assorti, cogitabondi, solitari e creatori. La nuova immagine dell’artista alienato nasce in questo momento critico della storia. (..) Il modo di lavorare di questi artisti è caratterizzato dall’alternarsi di un’attività furibonda e di pause creative, la loro conformazione psicologica da una tormentosa introspezione”. (‘Nati sotto Saturno’, R.Wittkower, M.Wittkower, Einaudi).

Possiamo accostare Saturno dunque, non solo a rigidità o paura, protezione e corazza, ma anche a un particolare stato, malinconicamente ispirato, che contraddistingue le persone introverse, dotate più di altre nel percepire suggestioni e perturbazioni che l’anima è in grado di percorrere. Un “Alternarsi di attività furibonda e di pause creative”, questa descrizione riesce a donarmi una pace antica: il non sentirsi in colpa di desiderare la solitudine e la possibilità di sentire le proprie emozioni, proprio per creare e portare allo scoperto cose che altrimenti si irrigidirebbero. Saturno collegato quindi anche agli stati lunare e umorali dell’opposto segno del Cancro, a cui si contrappone nel Domicilio Capricorno, ma di cui sente in verità il richiamo nutritivo e salvifico. La spinta, che è un misto di paura nell’arrendersi ma anche richiamo a ciò che lo spaventa di più: integrare dentro di sé e ascoltare ciò che si muove al di sotto, nelle zone “molli” e vulnerabili, nell’anima e nelle emozioni meno palpabili. Solitari e creatori. Afflitti da un desiderio di scarsa socialità, (a volte anche subita da periodi di grande ritiro dal mondo), che trova il suo senso d’esistere nell’approfondimento di tutte le cose, nella lenta costruzione di radici stabili e di uno sguardo profondo verso le esperienze della vita.

Per acquisire una certa stabilità emotiva e non pendere continuamente dagli altri, dovremo prima reggerci sulle nostre gambe e capire cosa ci fa stare bene – comprendere dunque quel delicato equilibrio che regola la nostra autonomia emotiva – e spesso chi ha una Luna in Capricorno ha dovuto imparare questo ancora in fasce, e proprio per questo sogna ancora inconsciamente di essere curato e che qualcuno si prenda cura di lui/lei – Delicato equilibrio perché? Io potrò essere autonomo davvero, se prima ho avuto la sensazione appagante e sicura di poter dipendere.Riusciremo a essere saggi, senza essere troppo duri e severi con noi stessi, autonomi senza sentici soli, e maestri senza dove però insegnare nulla a nessuno?BUON PLENILUNIO A TUTTI VOI,

Anna Elisa

Immagine: Miniatura tratta dal Libro d’Ore conservato a Lione, Ms. 5140, c. 13v (Capricorno), 1430 circa, Bibliothèque municipale, Lione, Francia.

No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.