LUNA NUOVA IN ACQUARIO, 11 febbraio 2021: OLTRE IL MURO C’è LA LIBERTà

LUNA NUOVA IN ACQUARIO, 11 febbraio 2021: OLTRE IL MURO C’è LA LIBERTà

Avremo il nuovo ciclo di Luna Nuova nella sera dell’11 febbraio 2021 alle ore 20.08 italiane nel segno dell’Acquario a 23.16°.

Eccoci di fronte a questo febbraio davvero unico nel suo genere, l’elettricità e le correnti alterne con una certa tensione iniziano a sentirsi nell’aria, come prima dei temporali violenti e improvvisi nei cambi di stagione. Il cambio di scenario, il fulmine a ciel sereno, l’instabilità e l’imprevisto non sempre gradito, ma senz’altro vivo, potrebbe essere il motivo dominante di questo mese lunare. Questo Novilunio apre il nostro mese lunare e ci conduce fino al 5 marzo, nel suo apice avremo il picco di Luna Piena in Vergine il 27 febbraio 2021. Questo seme di luna nuova è per noi il momento dove raccogliere tutte le idee in fervido e dinamico movimento, che scappano via come meteore e che fatichiamo a ordinare in fila.

Dobbiamo usare questo mese lunare prima del tempo che procederà ancora più rapido nella sua falcata a marzo, per riorganizzare i nostri cassetti in disordine, riposizionare al centro la nostra missione, tagliare fuori ciò che ci ostacola e inquina. Proteggerci e proteggere il nostro corpo fisico che è molto sollecitato in questo periodo a invasioni continue e grandi stimolazioni. Mai come quest’anno desideriamo davvero che ci sia un vero cambiamento rivitalizzante, che allo stesso però temiamo, perché ci siamo intorbiditi e ancora chiusi al mondo esterno. Ma mai come ora i pianeti in cielo portano dentro tanta necessità di rivoluzione, ma ci chiedono di stare all’occhio nella valutazione errata che può compiere la nostra mente. Come sempre, le rivoluzioni, per non divenire un distruttive, e ricadere negli stessi errori dei predecessori, dovranno essere accompagnate da fondamenti costruttivi e saldi. Per questo che le tensione che adesso ci viene mostrata dal cielo dai grandi dello Zodiaco – Saturno in Acquario e Urano in Toro in netta quadratura a metà febbraio – si incarica di bloccare alcune istanza, e farne avanzare invece altre. Quali e come le bloccherà lo stiamo vedendo a livello collettivo, nelle forti spinte verso il rinnovamento, ma allo stesso tempo la presenza di un sistema Saturniano che ci chiede regole, disciplina e alcune imposizioni non del tutto digerite. Come da un grande imbuto universale, o dal grande vaso che rovescia acqua e conoscenza simbolo dell’Acquario, ci vengono centellinate dal cielo nuove informazioni evolutive sofisticatissime da usare, ma a poco, a poco, perché sennò rischiamo il blackout per il troppo carico di sollecitazioni che il corpo fisico non riesce a scaricare a terra, né a decodificare, ma avverte con nervosismo, irritabilità, intolleranza, rabbia, instabilità.

Sole, Luna, Mercurio, Venere, Giove e Saturno compongono uno Stellium planetario in Acquario che si muove con due tensioni importanti – una è la quadratura quasi esatta di Saturno in Acquario con Urano in Toro, e la seconda è la quadratura di Marte in Toro e Mercurio in Acquario retrogrado in maniera precisa. (Grafico del Tema di Novilunio alla fine dell’articolo).
Cosa sta succedendo? Ci siamo appena lasciati alle spalle un discorso di ricollocazione del “ruolo maschile” in questa società diversa che andrà formandosi nell’Era post Covid (vedi qui ultima Lunazione). Ruolo inteso non solo per i nostri portatori di sesso maschile, ma soprattutto per il cambiamento sottile e profondo del ruolo del Sole (energia  maschile di Individualità/espressività), in vista di una migliore suddivisione paritetica di ruoli genitoriali e di coppia, all’interno del “sistema famiglia”. Una famiglia che in questo tempo moderno ha smarrito a livello pratico i ruoli del passato, madri che lavorano troppo, padri che sono a casa ecc. (ma a livello interiore fatica a lasciare andare rigidità e paure del giudizio). Troviamo molte famiglie allargate, bimbi che hanno fratelli/sorelle da precedenti matrimoni, e ci sarà un ricollocamento di ruoli in un ottica di vera collaborazione tra maschile femminile che dovranno sempre più trasformarsi in “amici”, compagni di vita, fratelli di Anima, in un interscambiabilità di ruoli, in cui uomo e donna davvero potranno liberarsi di antichi ruoli storici e colpe mal riposte (chissà quanto ci metteremo!). Adesso siamo proprio dentro questo inizio di processo di trasmutazione e cambio di prospettiva, e come tutte le fasi di passaggio sono le più delicate, perché inizieremo a sentire, cosa tenere e cosa eliminare. 

COSTRIZIONE                     LIBERTà                 RINNOVAMENTO 

CONTRAZIONE                   RABBIA                      IDEE NUOVE 

URGENZA                     CONFUSIONE                    PARTECIPAZIONE 

RESPONSABILITà                       LUCIDITà                      DISTACCO

AUTONOMIA                           SCELTE                             PONDERAZIONE 

MEMORIA                            RIELABORAZIONE                  GESTAZIONE  UOMO/DONNA

IDEALI AMICIZIA FRATELLANZA

I molti pianeti in Acquario stanno premendo con tutta la loro urgenza verso nuove forme di pensiero, ma è chiaro che la permanenza di Saturno in Acquario ha un significato preciso: la libertà come la vorremmo noi adesso, ci è ancora negata. Forse devono completarsi ancora delle informazioni per la quale non saremmo in grado di usarla in maniera matura e davvero responsabile. Ma quando la libertà è stata negata nella storia umana, è volata altissima la libertà di pensiero e le grandi svolte sono partite proprio da questa costrizione forzata, senza la quale, la svolta innovativa e rivoluzionaria non sarebbe mai giunta.

Saturno inizierà la sua uscita dall’Acquario per entrare in Pesci intorno a marzo 2023, e sempre in quel momento anche Plutone inizierà a fare capolino nell’Acquario (dopo essere stato nel Capricorno dal 2008). Questa data, anche se la vediamo come lontana, sarà il primo risultato tangibile di quello che stiamo seminando in maniera difficile, ma allo stesso tempo decisiva, in questo presente. L’universo sembra lento nei suoi grandi cicli (e lo è per la nostra vita singola), ma è anche molto preciso e non caotico nella sua ripetitività, e ci mostra i passi necessari, nei tempi giusti di maturazione, da compiere nella nostra vita prima, molto prima a livello temporale, del risultato visibile nel concreto e nella materia. E quei passi sono da fare ora! Cosa desidero fare nella mia vita, e che passo posso compiere adesso per potermici almeno avvicinare nel tempo, che davvero mi faccia sentire totalmente me stesso? Posso almeno iniziare a formulare questo desiderio?

Proviamo in questo mese in cui Mercurio è retrogrado, a scavare dentro di noi per trovare il gancio. Il gancio che ci faccia sentire quel respiro di libertà che tanto aneliamo. Dov’è questo gancio? Vicino, lontano, lo devo costruire, fabbricare, lo devo trovare, è perduto, recuperabile? Riusciamo a placare la nostra mente giudicante e non dire subito la frase “Tanto so che è impossibile”. Promettiamo di non giudicare l’impresa come folle, e tentare invece di pianificare (Saturno), il nostro guizzo geniale, temerario e “impossibile” (Urano) perché oltre il muro c’è la libertà.

Mai come in questi ultimi tempi, si sono creati gruppi in tutto il territorio italiano, di unione e scambio di idee tra sconosciuti, non legati da vincoli di sangue, parentela o amicizia pregressa, ma riuniti insieme dal ideali comuni. Proprio come nei moti carbonari, o nei circoli culturali, artistici e letterari di un tempo, ci si è dovuti unire di nascosto, per mutare il corso del pensiero collettivo – più lento e regolato dal dogma Saturno – e giungere a Urano, portatore di semi in nuove direzioni non ancora entrate nel sistema riconosciuto.

Stiamo attraversando un pezzo di storia che leggeranno sui libri i nostri nipoti e i figli dei loro figli; apprenderanno che ci sono stati anni in cui ci si è privati della libertà di scambio di persona, in cui la tecnologia ha preso il sopravvento, ha salvato, ma allo stesso tempo saturato la sua funzione, isolandoci, e siamo stati costretti a trovare i nostri simili e cercarli davvero per trovare aria nuova e linfa vitale, a un mondo antico che stava andando in asfissia. Leggeranno di una crisi economica mondiale che ha rallentato tutti gli spostamenti globali, ma non ha bloccato in alcun la nostra testa che ha potuto planare negli alti ideali e nella progettualità differente, nella ricostruzione di realtà meno urbane e legate all’arricchimento di pochi in sfavore di molti.

Questo è il cielo Acquariano di adesso, i cui zampilli di rinnovamento e insofferenza si fanno sentire, ma questo cielo ci sprona nella fiducia, perché il pensiero porta lontano, vola libero sopra il cielo (e il corpo in un secondo tempo lo raggiungerà). Anche da una piccola celletta in galera possiamo vedere un gabbiano volare,  non dobbiamo avere fretta di volere tutto e subito. 

Urano in Toro e Marte in Toro compiono delle limature molto precise alla mente ideale Acquario che vola altissimo, ma deve fare i conti con la terra – materia, corpo, limiti – e i famosi “conti in tasca” per ripartire da qui, la realtà che abbiamo, i mattoni e la calce su cui costruire anche a livello concreto. E’ molto interessante la retrogradazione di Mercurio in Acquario fino al 20 febbraio 2021, che rafforzerà sia la congiunzione con Giove – metà febbraio e inizi di marzo – che la la quadratura di Marte in Toro – sopratutto metà febbraio.  Giove amplificherà la possibilità di comprendere su un piano più vasto che su quello puramente logico – razionale: Giove ci chiede di dare significato all’esperienza che stiamo vivendo, e non una spiegazione distaccata e fredda dei fatti, senza trarne insegnamento, e Marte ci porrà di fronte alla conflittualità nell’immediato. Possibili dispute verbali, malintesi, incomprensioni, blackout tecnologici, che potrebbero essere però lo stimolo per una visione più chiara di scelte di posizione risolutive da compiere solo a fine mese (non ora), prima del nuovo ciclo di Luna Nuova di marzo. Scambi di vedute che però se non temiamo il conflitto, potranno essere la nostra via di chiarezza per le scelte da compiere.

Questo mese lunare è come un grande sistema elettromagnetico che agita, scuote e illumina. e allo stesso tempo ci permette di giungere a folgorazioni e idee fugaci, rapide e improvvise, su cose nuove che non avevamo previsto di essere in grado di concepire, fuori dal nostro sistema di vita abituale e dai confini conosciuti e stabili che non credevamo di poter scavalcare.

Si alterneranno, proprio come quando ci sono i fulmini in cielo, che squarciano di luce per un istante e poi scompaiono, tempi tra presente e futuro che ci daranno linfa vitale, se pur nell’instabilità ancora forte di questa lunazione. Inoltre il nostro sistema nervoso e la soglia di reattività potrebbe essere molto stimolata con questi pianeti nei segni d’Aria che agitano tutto il sistema pensiero/mente/connessioni/neuro trasmettitori. 

I più sollecitati adesso saranno i segni Fissi nell’occhio del ciclone, Toro, Scorpione, Acquario e Leone (pianeti e punti importanti del Tema Natale) i più chiamati a rivedere con attenzione punti fissi, rigidità, sicurezze, cambiare idea se necessario, rivalutare un progetto o una prospettiva se questa dovesse risultare non più valida. E’ il tempo di decidere in un lampo, seguire quel “fulmine a ciel sereno” che indica la via, e poi però incanalare nel tempo e nella materia, nella costanza e resistenza (Saturno), i nostri propositi. 

Buon Novilunio a tutti voi,


Anna Elisa Albanese

TEMA NATALE DEL NOVILUNIO, 11 febbraio 2021, alle ore 20.08, Milano.

logo-facebook--blog-alhi-18

Segui la Pagina Facebook Sentiero Astrologico  

Consulti personalizzati sul tuo Tema Natale Consulti individuali 

1Comment

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.