IL CERCHIO ZODIACALE

IL CERCHIO ZODIACALE

10834971_1612246965679071_810843863552591156_o

Studiamo ora le conseguenze pratiche dell’esistenza del CERCHIO ZODIACALE nella nostra vita quotidiana. Supponiamo che stiate camminando in montagna e vi divertiate a gridare una parola, un richiamo, che cosa avviene? LA MONTAGNA VE LO RINVIA.
Il suono, la parola, hanno urtato contro un ostacolo il quale li ripercuote. E’ esattamente come quando gettate una palla a terra o contro un muro: questa rimbalza e finisce per colpirvi.
Si tratta di leggi fisiche, e le LEGGI FISICHE sono un riflesso delle LEGGI SPIRITUALI.
Dunque se gridate “vi amo” da ogni parte ritornerà l’eco per dirvi “vi amo, vi amo, vi amo”, se invece gridata “vi detesto” , l’eco da tutte le parti ripeterà ” vi detesto, vi detesto, vi detesto”..”.

Dovete comprendere che nella vita si ripete costantemente lo stesso fenomeno: senza sosta, attraverso i suoi pensieri, i suoi sentimenti e le sue azioni l’uomo EMETTE ONDE che possono essere benefiche o malefiche: queste onde viaggiano nello spazio fino a quando incontrano la parete che le rimanda verso di lui, ed egli riceverà dei doni oppure delle bastonate. Eh si, il colpo del rimbalzo.
Coloro che conoscono questa legge si sforzano di inviare dovunque luce, amore, bontà, purezza e calore, e un giorno o l’altro riceveranno immancabilmente di ritorno le stsse benedizioni; si sentiranno felici, appagati e penseranno ” Il Buon Dio mi ha ricompensato”, niente affatto. Il Signore non è nemmeno al corrente; ha ben altro da fare che stare ad osservarci di continuo annotando tutte le nostre azioni, per poi ricompensarci o punirci. Ha stabilito LEGGI IN NOI E FUORI DI NOI e sono quelle stesse leggi, a punirci o ricompensarci.

Il cerchio con un punto centrale, è la struttura che troviamo ovunque nell’universo. Prendete un qualsiasi organismo, una cellula per esempio: vi notate il nucleo centrale, il protoplasma, e tutto intorno una pellicola, la membrana. Se esaminate un frutto, al centro vi troverete il nocciolo, poi la polpa, la parte succosa che si mangia, e infine la buccia o il guscio.
Quindi ogni organismo vivente HA UN CENTRO, POI UNO SPAZIO IN CUI CIRCOLA LA VITA, E INFINE UNA “PELLE” CHE SERVE DA FRONTIERA, DA LIMITE, GRAZIE ALLA QUALE LA LEGGE DELL’ECO PUò AGIRE.

Ora può accadere che essendo la distanza tra il centro e la periferia molto grande, la “voce” vada molto, molto lontano, e che soltando dopo anni incontri la parete che ne provocherà il rimbalzo. Quando il colpo del rimbalzo si fa attendere, non significa che non accadrà nulla; qualcosa si verificherà sempre, anche se più tardi, forse in un’altra incarnazione, proprio perchè la frontiera ( o se vogliamo, la periferia, la parete) era molto distante.
E così si spiega IL DESTINO INSCRITTO NEL NOSTRO TEMA ASTRALE: esso è la conseguenza delle nostre azioni passate.

L’atomo e il sistema solare possiedono un’identica struttura: un cerchio con un punto centrale. Lo spazio che circonda quel punto simboleggia LA MATERIA; senza spazio, la materia non esisterebbe. Lo SPIRITO invece non ha bisogno di spazio; la sua potenza sta nel fatto che, essendo un punto infinitesimale, ESSO AGISCE OVUNQUE CONTEMPORANEMANENTE.
E’ quindi ai limiti di quello spazio occupato dalla materia che tutto va ad urtare, per poi ritornare al punto di partenza. Così attraverso la meteria, TUTTO CIò CHE NOI PENSIAMO RITORNA A NOI DOPO AVER PERCORSO LO SPAZIO.

E’ la materia che rimanda l’eco non lo spirito.

Lo spirito AGISCE e la materia REAGISCE risponde all’impulso. il suo ruolo è quello di fronteggiare lo spirito, di opporglisi, di imprigionarlo persino; lo ZODIACO è QUEL LIMITE che tiene racchiuso il nostro universo, così come il serpente della materia tiene racchiuso lo spirito.

Omraam Mikhael Aivanhov
“Lo zodiaco, chiave dell’uomo e dell’universo”

No Comments

Post A Comment

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.