ALICE BAILEY

ALICE BAILEY

11415609_1665338887036545_4726137981910785411_o
ALICE BAILEY, 16 giugno 1880, GEMELLI ascendente LEONE

Alice Bailey (Alice Ann LaTrobe Bateman – 1880-1949), nata a Manchester da una famiglia della buona società inglese, vive fin da piccola contatti con un misterioso personaggio dai tratti asiatici, che anni dopo riconoscerà come il Mahatma Kooth-Hoomi, uno dei Maestri occulti di Blavatsky. Dopo un matrimonio fallito con un pastore anglicano si trasferisce negli Stati Uniti e sposa Foster Bailey, alto dirigente della SOCIETà TEOSOFICA. Dal 1919 afferma di essere in contatto telepatico con un altro Mahatma della tradizione teosofica: Diywal Khul, meglio noto come “il Tibetano” e dichiara di essere una sua scriba, incaricata di divulgare e amplificare la dottrina di Blavatsky. Le sue rivelazioni la portano a rompere con Annie Besant e a creare col marito un nuovo movimento: la SCUOLA ARCANA, che si considera la versione più autentica della sezione esoterica della Società Teosofica. Lo scopo è diffondere gli insegnamenti dettati dal Tibetano, la cui visione cosmogonica e le cui griglie concettuali hanno influenzato notevolmente l’attuale New Age.

“Oggi gli uomini più eminenti — discepoli, aspiranti e l’intelllighenzia — subiscono le prove in Scorpio, mentre le moltitudini lo sono in Libra; il peso dei loro desideri collettivi li porterà, o verso l’alto in senso spirituale o in basso, verso scopi materiali ed egoistici.
Questa costellazione, per le sue qualità equilibranti, più di ogni altra può essere associata specificamente al problema del sesso. Di solito lo studioso di astrologia connette il sesso a Taurus e Scorpio. Forse perché il Toro è sovente considerato come simbolo degli impulsi frenetici del principio sessuale incontrollato, e perché le prove fondamentali hanno luogo in Scorpio.
All’inizio, per molti aspiranti quello del sesso è in effetti un problema importante. Ma esotericamente è in Libra che l’intera questione viene a galla e cerca sempre di più una risposta; ed è in Libra che si devono bilanciare gli opposti per giungere a una soluzione con l’uso del giudizio mentale, stabilendo un equilibrio fra i principi maschile e femminile.
È ancora il problema fondamentale delle Pecore e delle Capre (un simbolismo ricorrente), del negativo e del positivo, di coloro che seguono alla cieca l’istinto o l’abitudine e di quelli che invece salgono liberi dove vogliono e dirigono da sé la condotta e gli atteggiamenti. L’autodirezione di questi ultimi li può condurre in
entrambe le direzioni prese dalla ruota della vita, seguendo desideri egoistici o mossi dall’aspirazione spirituale, ma ciò che occorre tenere presente è che, giudicando con intenzione, dopo debita riflessione e soppesate le varie possibilità, essi fanno ciò che vogliono, come sembra loro giusto e desiderabile.”

Alice Bailey
pag 102 Astrologia Esoterica ed. ita

“Prima che l’anima possa vedere, deve essere raggiunta l’armonia interna, e gli occhi della carne devono essere ciechi a ogni illusione.
Prima che l’anima possa udire, l’immagine (l’Uomo) deve essere sorda tanto al fragore quanto al mormorio; alselvaggio barrito dell’elefante quanto alronzare della lucciola d’oro.
Prima che l’anima possa comprendere e ricordare, deve essere unita a Colui che parla nelsilenzio, come alla mente del vasaio è unita la forma secondo cui modella l’argilla.
Allora l’anima udrà, e ricorderà.
E all’orecchio interiore parlerà la Voce del Silenzio.”

Alice Bailey, LA VOCE DEL SILENZIO

No Comments

Post A Comment

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.