PLENILUNIO IN GEMELLI, 3 dicembre 2017: IL VAGABONDAGGIO DELL’ANIMA

29 nov PLENILUNIO IN GEMELLI, 3 dicembre 2017: IL VAGABONDAGGIO DELL’ANIMA

0bcb33178acbf2f8b8e6a44f03b6a773

Il Plenilunio in Gemelli, avverrà il pomeriggio del 3 dicembre 2017, alle ore 16.48 italiane, nel segno dei Gemelli a 11.40°.

 
Plenilunio importante, iniziato con il Novilunio in Scorpione del 18 novembre 2017, che ci ha permesso di contattare le zone d’ombra, i desideri celati e inconsci, per condurci adesso portando alla comunicazione verso l’esterno di noi, di ciò che abbiamo elaborato prima interiormente. Questo Plenilunio alleggerisce i toni densi e magmatici di questo novembre appena passato, e ci conduce nell’apertura e una nuova socialità, dandoci modo di ampliare e condividere i pensieri partoriti nel buio della nostra coscienza e nell’introspezione e nel silenzio donatoci dalle molteplici energie Scorpione. Essa si pone come movimento dialogante dinamico tra i nostri due poli interiori ed anche i nostri emisferi celebrali, il sinistro e il destro, mostratoci chiaramente nell‘Asse Gemelli – Sagittario – pensiero logico – razionale e pensiero simbolico – immaginativo.

E’ il momento giusto per trovare un ponte di comunicazione tra noi e noi, tra noi e gli altri, tra noi e la realtà circostante, tra noi e il mondo invisibile.

Se ci siamo sentiti isolati come anime, divisi, frammentati e scissi, non compresi e non in sintonia con gli altri e la vita intorno a noi, possiamo  provare a compiere adesso un passaggio di svolta e apertura, aiutati dall’amplificazione energetica donatoci dalla Luna Piena. Prima abbiamo guardato dentro la stanza, nel nostro mondo interiore e abbiamo cercato di pulire gli intenti e le stratificazioni emozionali che sottintendono le nostre azioni coscienti, ora possiamo aprire le finestre e guardare fuori: fare un collegamento tra il dentro e il fuori, come’è la realtà e la vita che fino ad ora che abbiamo costruito, focalizzandoci sul come comunichiamo:

 

Come sono i rapporti che ho intessuto? Chiari, Limpidi? Sinceri? Profondi o superficiali?

Dove non dico di me e dove mi proteggo?

Dico quello che veramente voglio dire? Dove camuffo la verità?

Dove ho paura di dire.. e dove mi racconto bugie?

 

Questo Plenilunio ci porterà nel desiderio di chiarezza di comunicazione con noi stessi e con gli altri, e nella volontà di far coincidere il nostro pensiero e il nostro mondo interiore, le parole che diciamo e il linguaggio corporeo non verbale che esprimiamo.

Potremo provare a comunicare anche in modo creativo, attraverso un’energia apparentemente più superficiale, più leggera e gioiosa: una spensieratezza da ritrovare, una sana corrente verso l’estroversione dell’elemento Aria  – Luna nei Gemelli e e del Fuoco, dove avremo Sole, Mercurio, Venere e Saturno in Sagittario. Mercurio, governatore dei Gemelli sarà inoltre congiunto a Saturno in Sagittario ed è questo a rendere questo Plenilunio così potente. Lo stesso giorno, il 3 dicembre 2017, Mercurio entrerà in moto retrogrado a 29.17° del Sagittario fino al 25 dicembre, in cui riprenderà il suo moto diretto sempre nel Sagittario a 13.17°. E’ dunque una luna che va a muoverci, scombussolarci e aiutarci allo stesso tempo a riformulare intenzioni e aggiustamenti di percorso.

Come molti sanno, Mercurio in Sagittario di per sé non gode di grande fama, questa posizione viene chiamata dall’astrologia classica, in esilio: exilium, derivato da exul esule, che secondo l’etimo classico era composto da ex fuori e solum terra – Lontano, via dalla (propria) terra. E’ venuto dunque il momento di uscire dai nostri confini sicuri, per esplorare qualcosa che potrà sembrarci diverso, straniero, differente dalla nostra terra, dai canoni di pensiero abituali, dalle nostre certezze consolidate. Quando siamo troppo cinici o già rassegnati, abbiamo perso il nostro potere creativo, il nostro nucleo vitale che riesce a immaginare una realtà differente, siamo imprigionati nelle nostre credenze e da ciò che la nostra mente ha sintetizzato dal passato e da quella che crediamo una realtà immutabile.

L’emisfero sinistro (che possiamo associare al pensiero più razionale di Mercurio in domicilio Gemelli), rappresenta la mente organizzata, il pensiero causa – effetto che ordina e sistemizza le esperienze che ha già verificato e di cui può prevedere anche nel futuro la ripetizione.  L’emisfero destro, a cui possiamo legare l’analogia con Mercurio in Sagittario, ci traghetta nella terra dell’Oltre, dove non esistono confini logico – razionali, ma il senso che unifica: non vedremo più alberi ognuno diverso, con il proprio nome e le caratteristiche che gli sono proprie, ma vedremo il bosco tutto nella sua interezza.

Il pensiero simbolico- analogico, ci fa fare un salto dal lobo sinistro logico razionale o definito anche ingegnere, al lobo destro, il poeta, l’inventore, il mago. E’ chiaro che noi nella nostra vita di umani, usiamo entrambi gli emisferi in alternanza, spesso in contemporanea, è ciò che ci permette di poter fare esperienza tramite il tempo: essere nel presente immaginando il futuro (caratteristica solo di noi umani, gli animali vivono nell’eterno presente e non possono simboleggiare). Alcuni usano più un emisfero, che è dominante sull’altro, ed è questo uno dei motivi per il quale durante il moto retrogrado di Mercurio, soprattutto chi è molto razionale e non ama l’imprevisto, sente di perdere il filo logico… perché è il momento di entrare in contatto con il regno dell’immaginazione, dell’onirico e dell’interiorità – l’attenzione è rivolta al cercare senso profondo dietro le cose. Il tempo lineare che dà sicurezza, spesso si sfalda e siamo confusi.

Mercurio, è il nostro filtro sulla realtà, siamo fatti dei tasselli di memoria che ci fanno ricordare chi siamo; immaginate di perdere la memoria, o quello che accade nelle esperienze di shock in cui non si riconoscono più i volti famigliari e gli affetti, come ci si sente? Perduti. Il nostro Io-Ego è senza più terra su cui poggiare, non sappiamo più chi siamo. In esilio da noi stessi e tutto ciò che fino ad allora è stato il nostro mondo reale.

Adesso, senza estremizzare nelle esperienze drammatiche di totale perdita di memoria, proviamo solo ad immaginare di essere traghettati verso una visione diversa da quella abituale, e spostarci da quella terra franca che ha dato contorni sicuri al nostro essere, e poter saltare oltre il confine. Questo può non essere un male, anzi, io la vedo come una corsa all’indietro o meglio una corsa dentro di noi, per fare un bilancio di quali valori perseguire e in cosa credere, prima del passaggio ad un pensiero più realista e di sintesi, che ci proporrà l’entrata del Maestro del Karma, Saturno che passerà dal Sagittario al Capricorno, il prossimo 20 dicembre 2017.

Questa Luna nel segno più giocoso e sbarazzino dello zodiaco, i Gemelli, e il suo governatore Mercurio, ci spinge a compiere l’ultimo passo nello spazio ampio della fantasia, prima di avviarci alla concretizzazione dei nostri progetti: l’intelletto insieme all’intuito possono dare vita alla visione, al credo, alla fiducia e al disegno del nostro futuro.

Mercurio congiunto a Saturno in Sagittario compiono un trigono con Urano in Ariete e sono sestili e Marte in Bilancia – abbiamo dunque tutto il supporto necessario per avere squarci di grande intuizione nei giorni del Plenilunio, ed anche in tutti i giorni a venire di Mercurio retrogrado fino al 25 dicembre, tutta l’energia comunicativa tenuta compressa nell’ultimo periodo, può essere portata allo scoperto con costruttività, discernimento e direzione ponderata.
Abbiamo ben quattro pianeti nel Sagittario ora che si muovono come fari e scintille luminose a mostrarci le zone dove non riusciamo a credere e ad avere fiducia. Non abbiate paura di camminare nelle terre ancora non calpestate, nei luoghi dove non avete coordinate conosciute, il cammino da esuli porta molto lontano, e lo narra la storia biblica e i vari racconti mitologici. Solo spingendoci oltre il confine della zona di confort possiamo mettere in atto nuovi modi di vedere la nostra realtà e trovare la nostra terra.

Sole e Venere in Sagittario, illuminati dalla opposta Luna Piena in Gemelli e in aspetto di quadratura a Nettuno nei Pesci, rappresentano il conflitto interno che stiamo vivendo tra le nostre polarità interiori di pensiero logico razionale, (Gemelli), il pensiero immaginativo e simbolico (Sagittario) e la realtà ultima ove regna la pace del cuore (Pesci). Sta a noi provare a navigare nell’Unità… un po’ persi per il mondo, alla ricerca di strade maestre, esuli e vagabondi nell’esperienza di viaggio immenso e unico che abbiamo in dono che si chiama vita. Chissà quali altri incontri meravigliosi nelle tappe del cammino devono ancora giungere …. mentre ci apriamo all’altro dentro di noi e all’altro lontano da noi, straniero, oltre il confine, oltre i noi stessi che pensiamo di conoscere.

 

Buon Plenilunio a tutti,

Anna Elisa Albanese 

 

01f7a5631f19269ce4bd03549015ed22

 

Segui la Pagina Facebook Sentiero Astrologico   logo-facebook--blog-alhi-18

Consulti personalizzati sul tuo Tema Natale Consulti individuali 

2 Commenti

Scrivi un commento