LUNA NUOVA IN GEMELLI, 25 MAGGIO 2017: LA LUNA DELLA CURIOSITà SAZIATA

23 mag LUNA NUOVA IN GEMELLI, 25 MAGGIO 2017: LA LUNA DELLA CURIOSITà SAZIATA

f5a07947ef608cc127969045e8b9cd55

 

La Luna Nuova avverrà nella serata del 25 maggio 2017, alle 21.45 italiane, nel segno dei Gemelli a 4.47°. 

Da pochi giorni il Sole è entrato nel segno d’aria più sbarazzino dello Zodiaco, spesso mal compreso – i Gemelli che, un po’ come l’amico Scorpione, con cui condivide Plutone, (esaltato in Gemelli), non gode di ottima fama. Il suo ingresso ci dona un po’ di leggerezza, dopo il carico intenso dell’ultimo ciclo di Luna Piena nello Scorpione. Non a caso si susseguono i due simboli, che poi vedremo, hanno più cose in comune di quello che si creda.
Nuovo ciclo di luna come momento di gestazione che può portarci, nel raccoglimento intimo della notte più scura (il primo quarto di luna sarà a noi visibile dopo tre giorni circa dal novilunio), a visualizzare un intento e/o desiderio nella sua fase embrionale, astratta, non ancora incarnata nella materia. E’ possibile potenziare e mettere il focus rispetto ad una fase crescita e sviluppo di qualcosa, che potrà arrivare alla sua massima espansione e comprensione, nel giorno di Plenilunio: il 9 giugno 2017 nel segno del Sagittario.

L’Asse o polarità, su cui portate attenzione questo mese, (dopo aver lasciato forse andare ciò che non era più necessario nel nostro cammino con il precedente ciclo lunare Toro – Scorpione), sarà l’Asse Gemelli – Sagittario:dal micro al macro, uscire dalla realtà di separazione della mente, per arrivare alla vera comunicazione e visione del tutto.

Ovviamente questo miracolo, cammino di ricerca infinito di una vita intera, non avverrà come per magia in questa Lunazione, ma verremo aiutati nel ampliare le nostra connessioni e potrà essere una buona occasione per coltivare l’idea di poter provare ad alleggerire tutta la nostra testa; i mulinelli di pensieri circolari, gli sforzi di comprensione, le stanchezze e i pensieri fissi prima di dormire, le preoccupazioni. Immaginiamo delle ali leggere che con dolcezza possano arieggiare le stanze del nostro pensiero.

Nel Tema di Luna Nuova, che viene a crearsi il 25 maggio ore 21.45 italiane, Giove, governatore dell’ascendente Sagittario, sarà congiunto al Medio Cielo e si dirama a cascata con tanti aspetti che sono da prendere in considerazione come lo specchio del grande periodo di trasformazione, che molti di noi stanno vivendo.

  • Giove in moto retrogrado dal 6 febbraio 2017, riprenderà il suo moto diretto proprio il giorno del Plenilunio il 9 giugno 2017 a 13.13° della Bilancia, e questo sarà un momento molto importante di ripresa e risoluzione di molti stati e rallentamenti che si sono verificati in questi mesi. In questo ciclo di Luna Nuova, è importante sostare in questa ultima fase di retrogradazione e nell’ascolto di ciò che abbiamo intenzione di portare alla luce. Giove nel punto più alto della carta, il Medio Cielo, illumina ed è illuminato come punto nodale, governatore non solo dell’Ascendente ma anche di Saturno sempre nel Sagittario, Opposto a Marte in Gemelli, (stesso asse coinvolto) e punta della forma ascensionale e piramidale che viene a formarsi nel grafico.
  • Giove in Bilancia formerà inoltre un Trigono largo con Sole e Luna nei Gemelli (movimento energetico di energia fluida e scorrevole) e un altro Trigono con Marte nei Gemelli.
  • Giove formerà inoltre una Quadratura larga con Plutone nel Capricorno e un’Opposizione a Venere in Ariete.
  • Giove per concludere formerà e due aspetti invece fondamentali e più esatti, come il Quinconce con Nettuno nei Pesci e Mercurio nel Toro.  
  • Il Tema di Luna nuova si muove tra due assi opposti fondamentali che vanno a formare una croce: una data dall’asse Casa IV – X Casa tra Giove e Venere e l’altro tra Marte e Saturno, che muovono la l’asse Casa I e Casa VII. Tutte le energie sono coinvolte e anche per chi non è avvezzo al linguaggio astrologico, seguendo semplicemente le immagini e le suggestioni, può percepire un grande movimento nel cielo che non è per nulla statico.

 

Cerchiamo di fare una sintesi: la Luna Nuova si trova in un segno mobile come quello dei Gemelli, ponendo evidenza su sulla nostra esigenza, conscia o meno, di portare comunicazione autentica nella nostra vita. La comunicazione di cui parlo, è una comunicazione prima di tutto interiore, infatti i due luminari, Sole e Luna, sono congiunti nel Novilunio, nell’indicarci un matrimonio possibile, coniunctio alchemica degli opposti, tra le nostre due sfere – maschile e femminile, razionale e irrazionale, giorno e notte. Il segno dei Gemelli, spesso dipinto come doppio, ha proprio come obbiettivo il ritrovarsi e diventare Uno, coniugare i due lati più estremi e sfuggevoli della sua stessa consistenza.
Soffermarsi ad ascoltare.
Ascoltare cosa? Se stesso.

Ascoltare cosa si muove al di sotto dei pensieri, nella sua anima, nelle sue emozioni. Abbiamo adesso grande bisogno di rallentare il passo, proprio ora che tutto si velocizza fuori, non perdere il centro, per poter approfondire e non sfuggire verso altre mete e curiosità che ci richiamano da fuori. Il cielo ora è in movimento, la stagione è vitale, perché siamo entrati nella piena velocità del pensiero, dote Mercuriale appartenente ai Gemelli. Abbiamo bisogno di tessere reti che possano unire.

Mettere in contatto. Metterci in contatto con noi stessi. Il nostro vero Sè.

Riunificare ciò che sentiamo come frammentato. Tanti ruoli spesso si dice abbiano i Gemelli, attori versatili, ironici nell’uso delle parole e nelle battute pronte, nelle prontezza di riflessi e di comunicazione spigliata, spesso grazie all’uso di quest’ultima, con sopraffina maestria si possono nascondere. Le parole ci nascondono, coprono e mistificano le verità emozionali nascoste al di sotto, nel corpo, nei rossori, nel batticuore. Ancora più spesso possiamo perderci nelle parole e non sentirci compresi e ascoltati davvero e chi ha molti valori Gemelli nel Tema, sa quanto è facile perdersi tra i mille rivoli di contatti lasciati aperti senza direzione, nei suoi ruoli o nella sua ironia che nasconde timidezza e spesso paura di esporsi. Siamo nel periodo storico in cui i Social Media, hanno sostituito la vera comunicazione tra le persone, siamo tutti connessi al mondo, e allo stesso tempo siamo tutti soli. Il potere negativo della comunicazione superficiale è l’ombra dei Gemelli.

Parole che non soddisfano mai fino in fondo una sete profonda di autentico contatto, con qualcosa che non si riesce mai a trovare, perché per primi non si è più capaci di esporsi veramente.

La conoscenza non si placherà mai, è impossibile conoscere tutte e tutti e spesso il Gemelli (non necessariamente chi ha il segno, ma chi ha un Mercurio valorizzato o tanti valori Gemelli), dovrà attingere a se stesso. Alla fine delle ricerca, stremati e saturando il loro sistema nervoso di iper stimolazione cognitiva, quello di cui necessita la parte Gemelli – Puer – Fanciullo divino – Peter Pan, di ognuno di noi,  è ritrovare quel grande senso di unità e di totalità, pienezza e sazietà, significato e sintesi rispetto alle mille informazioni, che può giungere dalla meta ultima, dell’opposta polarità Sagittario –  

Giove in Bilancia, alla ricerca della bellezza del giusto equilibrio, in moto retrogrado nel suo viaggio interiore e non più esteriore, è la chiave e può darci questa visione. Laddove vi sono le nostri parti frammentate, iper razionali, pungenti, inquiete,  abbiamo la possibilità di modificare sguardo e attingere ad una visione dall’alto. Come da un elicottero, un monte o in volo d’uccello, l’insieme del tutto e non più il piccolo dettaglio – non saranno tanti alberi differenti di cui proviamo a ricordare nomi, specificità e caratteristiche, ma sarà il bosco che li contiene tutti insieme a dare il significato.

Vedere le nostre preouccupazioni, le nostre corse, gli affanni a il cercare le risposte con la mente, come qualcosa che possiamo lasciare da parte e provare a sintonizzarsi invece con il richiamo naturale dell’Anima e della sua infinita voglia di pace. Già presente in noi, se per un attimo, riuscissimo a far tacere il frastuono e le infinite voci che si agitano nella mente.

 

 1d74ba3195d32a807892ea9f416997ee

 

Se questa Luna va a muovere tutte le connessioni insite nel nostro organo più potente – il cervello, (ma non quello che conosce la risposte ultime), è vero anche che questa accelerata di aria e voglia di captare, cogliere, apprendere, conoscere, porta a un grande sovraffaticamento dell’intero sistema nervoso. E’ un doppio movimento energetico, quest’ultimo mese all’insegna delle energie più lente, come il Toro e la Luna nello Scorpione, corpo fisico ed emozionale, fino al disancoramento, all’elasticità di pensiero, che può spostarci fino al respiro, alla fiducia al creare spazio, e alla sintesi di ciò che tramite il pensiero può essere tramutato in esperienza, immaginazione, pensiero volto al futuro – significato, unità di senso – Luna nuova Gemelli fino al Plenilunio in Sagittario del 9 giugno 2017.   

E’ come se sentissimo una spinta in avanti molto potente, perché questo è il cammino che già ci sta risuonando da molti mesi grazie ai transiti dei pianeti lenti (Urano, Nettuno e Plutone), ognuno in una modalità diversa a secondo del proprio tema natale, ma è la grande tematica che ci sta riportando il ciclo di Saturno nel Sagittario, che si avvia alla conclusione nella fine del 2017.
Maggio, ci spinge ad un’improvvisa accelerata evolutiva ed è proprio per questo che dobbiamo provare a rallentare come intenzione profonda.

Il pensiero rallenta e il senso e lo spazio necessario per la visione invece si allarga.

Ricordati gli aspetti di Quinconce di cui parlavo inizialmente? Giove fa aspetto di Quinconce con Nettuno e Mercurio, e questa è la chiave di volta per portare avanti il respiro mistico e abbandono del potere totalizzante della razionalità, grazie a Nettuno nei Pesci – fiducia cosmica e appartenenza al tutto, senza lasciare però la terra e il nostro ancoramento alla realtà grazie a Mercurio nel Toro; il tutto supportati dalla grande visione equa e cristallina di Giove in Bilancia.

Maggio ci chiama vorticoso come i pollini che iniziano a volare nel cielo.
Come il desiderio di scoprire tutto che incontriamo nel periodo dell’adolescenza, il mondo è nuovo e inizia ad essere un luogo molto interessante da esplorare. Il Gemelli è estremamente collegato alla prima adolescenza come modalità percettiva e come fase di attraversamento non ancora definita a livello sessuale. Scopre se stesso tramite l’altro, in maniera meno duale della successiva Bilancia. Ricordate ciò che ho detto all’inizio, che Gemelli e Scorpione non sono poi così lontani come simbologia?

Plutone accompagna sia la fase di Casa VIII- Scorpione, sia la fase di Casa III – Gemelli. In due modalità differenti anche nei passaggi di mutazione datoci dell’energia dello Scorpione, che abbiamo appena respirato con l’ultima Luna, anche i Gemelli, nella loro spensierata allegria e nella loro manifestazione apparentemente leggiadra, ci conducono verso una trasformazione e dunque un cambio pelle. I segni mutevoli concludono i cicli, ci è richiesto un cambiamento di stato e un saper stare in una provvisoria non definizione delle cose.
Non abbiate fretta di avere le risposte.

La curiosità gemellina, diventa ingorda se non viene saziata; avete mai visto un Gemelli alla ricerca di stimoli che lo possano placare senza riuscirvi? Gli occhi vagano come mobilissimi senza soffermarsi su nulla, non trovano mai requie, le mani spesso si muovono nervose, oppure le gambe sulla sedia. Questo è il girone dell’inferno per i Gemelli, non riuscire a sfamare quella sete di domande e quella ricerca di opportunità e connessione tra le cose e le persone, che cerca vorticosamente al fine di placare un’ansia sottile nascosta sotterraneamente nella parte più nascosta di sé. Il gemello perduto, il fanciullo divino da contattare dento di sè.

 
Ed è qui che diventa molto importante l’aspetto di Marte in Gemelli che è già nel segno dal 21 aprile 2017, ma nei giorni intorno alla Luna diventa preminente l’opposizione tra  Marte in Gemelli e Saturno in Sagittario (esatto tra il 28 e 29 maggio). La tensione che viene a crearsi tra i due pianeti, mette in moto un processo, che alla rapida energia dei Gemelli, spesso affatica: la pazienza, l’assimilazione e la rielaborazione dei contenuti che porta a una sintesi e riporta sempre al significato di Giove: la riunificazione di senso e significato.

Marte in Gemelli – Saturno in Sagittario io la vedo come lo sforzo necessario di maturazione, per frenare l’impazienza della cosiddetta lingua lunga gemellina (soprattutto ora con Marte), del non sostare mai, come ape tra i fiori. Vi è la possibilità di integrare Saturno in Sagittario, che già da 3 anni ci sta portando a cogliere l’insieme delle cose invece che il dettaglio, ed ora in questi ultimi passaggi di questi mesi, sta affinando sempre di più il suo lavoro per portarci al significato della nostra vita. A comprendere la missione o il senso qui.

Un ulteriore passaggio ancora di maturazione, l’affinamento della parola – Gemelli – per il giusto obiettivo – Saturno. Il provare a non entrare nel meccanismo dell’ansia e della fame di stimoli, ma giungere all’approfondimento, alla calma interiore, della ricerca di ciò che per noi è il vero nutrimento per la nostra mente.

 

Cosa mi porto dentro da quello che sto apprendendo?

Cosa riesco a rendere mio, attraverso il filtro della mia interiorità?

Cosa dico o nascondo? Come comunico ciò che sento?

Le parole mi servono ad aprire o a celarmi?

 

Per concludere come ho iniziato, in questo lungo articolo, in cui cerco ogni volta di mettere sintesi, ma ancora non ne sono in grado (sarà la mia parte Gemelli che ancora usa abbondantemente le parole), Nel ciclo lunare Toro – Scorpione, siamo passati attraverso il riconoscere e il lasciare andare gli attaccamenti, le compulsioni e siamo entrati dentro tutto il mondo affettivo, ora in questo inizio di seme nella Luna Nuova in Gemelli, apriamoci a lasciare andare un altro pezzettino. Diventiamo ancora più leggeri, integri, cristallini e trasparenti.

Lasciamo andare tutti i meccanismi di potere nascosti dietro la parola. Troviamo l’essenziale. Usciamo dal contorno e entriamo nel nucleo autentico.

Osserviamoci se ancora stiamo usando manipolazione o seduzione tramite la nostra comunicazione. Passiamo da un’altra feritoia, questa volta più riguardante i nostri meccanismi di pensiero e le nostre antennine rivolte alla percezione, le parole che usiamo ci corrispondono veramente? Stiamo veramente portando noi stessi tramite le parole che usiamo?

Siamo in grado di ascoltare l’altro?

 

Buona Luna nuova a tutti,

Anna Elisa Albanese 

 ______________________________

CORSI DI ASTROLOGIA UMANISTICA CALENDARIO 2017/18

 

Segui la mia Pagina Facebook Sentiero Astrologico 

Consulti personalizzati sul tuo Tema Natale Consulti individuali

 

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

6 Commenti

Scrivi un commento